Lo scorso 30 novembre, il Tribunale di Namur in Belgio ha dichiarato il Covid Safe Ticket (CST), sostanzialmente l’equivalente al Green Pass italiano, illegale in Vallonia. Il Covid Safe Ticket era la tessera equivalente al nostro green pass che permetteva agli utenti vaccianti ed in possesso della card di usufruire a ristoranti e bar, oltre che ad alcune attività (fitness, ecc.). La Corte ha rilevato, infatti, che tale misura viola il principio di proporzionalità delle misure restrittive della libertà rispetto alle finalità perseguite.

Negli Stati Uniti invece la corte del Missouri, che aveva bloccato l’obbligo vaccinale imposto a determinate categorie di lavoratori in 10 Stati, ora, quella della Louisiana ha annullato l’obbligo su tutto il territorio nazionale.

In contemporanea è arrivata anche la decisione del Kentucky, che ha tolto l’obbligo vaccinale per i lavoratori di aziende che collaborano con l’amministrazione federale in Kentucky, Ohio e Tennessee. Due sentenze che si sono pronunciate contro l’obbligo vaccinale annullano uno dei capisaldi delle misure decise dall’amministrazione Biden per aumentare il numero dei vaccinati.

A che punto siamo in italia

La situazione in Italia e quantomeno drammatica, ci sono diversi ricorsi presentati, ma ancora nessuno giudice si è espresso a favore o contrariamente all’obbligo vaccinale imposto indirettamente con il ricatto del green-pass ed ora dal CDM imposto agli over 50.

La nostra associaizone da sempre in prima linea per la difesa dei diritti dei cittadini, sta lavorando affinchè gli utenti comprendano che è necessario davanti a norme e decreti illegittimi, disobbedire. Invitiamo tutti gli avvocati ad unirsi affinchè la magistratura italiana prenda con urgenza delle decisioni a favore di tutti i cittidini che a causa di questi decreti sono sotto scacco di una dittatura che lede i loro diritti costituzionali.

Di admin

Lascia un commento

Servizio Assistenza Coronavirus è un progetto a cura dell'Associazione Diritti del Malato del Gruppo Micu3000 a.p.s.

X