Anziani e amministrazione di sostegno

Anziani e amministrazione di sostegno – proposte per la terza età

L’AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO:
L’amministratore di sostegno è una figura istituita per quelle persone che, per effetto di un’infermità o di una menomazione fisica o psichica, si trovano nell’impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi.
Gli anziani e i disabili, ma anche gli alcolisti, i tossicodipendenti, le persone detenute, i malati terminali possono ottenere, anche in previsione di una propria eventuale futura incapacità, che il giudice tutelare nomini una persona che abbia cura della loro persona e del loro patrimonio.

L’INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO:
L’indennità di accompagnamento è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei soggetti mutilati o invalidi totali per i quali è stata accertata l’impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore oppure l’incapacità di compiere gli atti quotidiani della vita. Per gli ultrasessantacinquenni (non più valutabili sul piano dell’attività lavorativa) il diritto all’indennità è subordinato alla condizione che essi abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni dell’età. L’indennità di accompagnamento è compatibile e cumulabile con la pensione di inabilità e con le pensioni e le indennità di accompagnamento per i ciechi totali o parziali (soggetti pluriminorati).
Visita il sito dell’INPS

TRAINING DI POTENZIAMENTO DELLA MEMORIA:
Il training si rivolge a tutti coloro, over 50, che vogliono conoscere più a fondo il funzionamento della propria memoria e imparare delle strategie che possano renderla più efficace. Esso è atto a migliorare le prestazione mnestiche e indirettamente l’autonomia personale e il benessere psicologico.

Programma del corso in via di preparazione.