Bollite l’acqua del rubinetto almeno 20 minuti, questo l’oggetto delle ordinanze d’urgenza che stanno emanando i 10 comuni veneti serviti dalla Centrale di Anguillara dopo che è stata rilevata la presenza di salmonella nei campioni analizzati dalla AulSS6 Euganea.

Sta infatti per essere rilasciata un’ ordinanza in merito per tutti i comuni legati alla centrale di Anguillara Veneta.

Dal sito infatti di Acquevenete, appare la nota relativa agli interventi sulla rete.

L’acqua del rubinetto dovrà essere utilizzata, a scopo potabile, solo previa bollitura per 20minuti crica, per i residenti dei Comuni di Anguillara Veneta, Agna, Arre, Bagnoli di Sopra, Pozzonovo, Candiana, Cartura, Conselve, Terrassa Padovana, Tribano. A stabilirlo è l’ordinanza emanata dai Sindaci dei 10 Comuni padovani.

Il motivo di questa misura, presa in via del tutto cautelare, è che è stata riscontrata la presenza di salmonella in un campione di acqua proveniente dalla centrale di Anguillara Veneta (PD), prelevato da ARPAV lo scorso 3 novembre.

L’ordinanza resterà in vigore fino a quando non arriverà il referto relativo a un nuovo campione. Per ulteriori informazioni di tipo igienico-sanitario, si invitano i cittadini a rivolgersi alle strutture sanitarie competenti. Acquevenete informerà l’utenza di tutti gli aggiornamenti, anche attraverso il portale www.acquevenete.it e l’app acquevenete.

Di admin

Lascia un commento

Servizio Assistenza Coronavirus è un progetto a cura dell'Associazione Diritti del Malato del Gruppo Micu3000 a.p.s.

X