Oggi in Italia si parla sempre più spesso del problema della giusta alimentazione delle persone anziane che vivono stabilmente in strutture ospedaliere, in case di riposo o RSA, soprattutto in questo periodo di pandemia Covid-19.

Gli anzini sono stati e sono tuttora i più colpiti dal Covid, questo perchè il fisico ormai debilitato da patologie pregresse, tarda a fornire anticorpi sufficenti all’organismo per contrastare la malattia, ecco perchè è importante informarli ad una corretta alimentazione per aiutarli ad aumentare le difese immunitarie.

Per questo diventa necessario per le famiglie dei ricoverati e per i degenti stessi, conoscere la carta dei servizi della struttura sanitaria, ma molto più importate è che gli appalti e le convenzioni che la struttura applica con le cucine esterne, siano fatti con cura e non al risparmio.

Alimenti sani, derivanti da origine controllata, accompagnati da corretto stile alimentare, sono importanti per contrastare la pandemia, aumentano come dicevamo le difese immunitarie nell’anziano e alzano il valore ed il livello propagandistico e pubblicitario della struttura nonchè la qualità della vita all’interno della stessa.

Nella lettura della Carta bisogna porre particolare attenzione, non solo alla gestione del servizio, ma soprattutto alla qualità dei prodotti. Il paziente e i suoi familiari devono quindi essere informati su tutto quanto attiene ai pasti, dalla loro composizione alla distribuzione, per poterne valutare l’effettiva sostenibilità.

Importante è inoltgre sostenere l’economia locale, utilizzando prodotti locali attraverso convenzioni con fornitori di zona, in un processo definito “filiera corta o chilometro zero”. Se si accorciano le distanze tra luogo di produzione e consumo, ci sarà un minor utilizzo di sistemi di trasporto, imballaggio, energia, minor numero di passaggi, con evidenti effetti non solo sulla salute ma anche sull’ambiente.

Una indagine sul grado di soddisfazione, da farsi periodicamente, costruisce un ruolo attivo nel paziente e favorisce una maggiore attenzione alla prevenzione dei rischi alla salute sua e dell’ambiente, e nello stesso tempo rafforza il rapporto di fiducia tra il cittadino e il sistema sanitario.

Di admin

Lascia un commento