Sovraindebitamento – Difesa del debitore – Legge 3/2012 salva suicidi

Per sovraindebitamento si intende uno stato di crisi o di insolvenza in cui può trovarsi un contribuente consumatore, persona fisica, o ogni altro debitore non assoggettabile alla liquidazione giudiziale, ovvero a liquidazione coatta amministrativa, o ad altre procedure liquidatorie che sono previste dal codice civile o da leggi speciali per il caso di crisi o insolvenza.

La legge sul sovraindebitamento (Legge n. 3 del 27 gennaio 2012) permette a chi è in gravi difficoltà economiche, un soggetto non fallibile o essere un debitore, di liberarsi dai debiti, riducendo il debito, e dilazionando i pagamenti, attraverso una procedura presso il tribunale chiamata esdebitazione.

Il ricorso presentato, viene sottoposto alla verifica preliminare da parte del Tribunale, in merito al fatto che il piano del consumatore o la proposta dell’accordo non violino norme imperative. Successivamente con l’ausilio di un organismo di composizione della crisi (OCC), il Tribunale valuta meritevolezza, fattibilità e convenienza della domanda.