L’Autorità per l’Energia elettrica e il gas (ARERA) ha aggiornato le tariffe trimestrali per l’energia elettrica e il gas per il mercato tutelato. Erano da immaginare questi nuovi aumenti date le forti tensioni registrate nel corso dell’ultimo anno in questi settori.

Gli aumenti ci saranno e incideranno pesantemente sui bilanci familiari: si prevede, infatti un incremento del +41,8% per il gas e +55% per l’elettricità.

La spesa annuale per la bolletta dell’elettricità per una famiglia-tipo sarà di circa 823 euro, con una variazione del +68% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente ossia dal 1° aprile 2020 e 31 marzo 2021), corrispondente a un incremento di circa 334 euro per anno. Per il gas, invece, la spesa della famiglia tipo ammonterà a circa 1.560 euro, con una variazione del +64% rispetto ai 12 mesi dell’anno precedente, corrispondente ad un incremento di circa 610 euro per anno.

Bisognerebbe prevedere misure proporzionate sostenendo con determinazione la transizione senza però far pesare i suoi costi sui cittadini, alle condizioni delle famiglie, non facendo pesare gli oneri e la tassazione su tutti gli utenti prevedendo una progressività in base al reddito, anche attraverso detrazioni proporzionali.

Claudio Greggio presidente Micu3000 commenta: “non aspettiamoci interventi risolutivi in tale materia da parte del governo, troppo impegnato a sfornare nuovi Decreti legge per il green-pass distruggendo così l’economia italiana”.

Di admin

Lascia un commento

Servizio Assistenza Coronavirus è un progetto a cura dell'Associazione Diritti del Malato del Gruppo Micu3000 a.p.s.

X