L’Istat ha pubblicato l’indice della fiducia dei consumatori che, dopo 8 mesi, torna a scendere: nel mese di agosto si stima una flessione da 116,6 a 11,2 punti.

Le famiglie accusano un persistente disagio derivante, dalla prolungata condizione di emergenza sanitaria nonché dalle conseguenze sociali ed economiche della pandemia, che si sono abbattute su un sistema economico già fragile. L’obbligatorietà del green pass per certe categorie quindi obbligate al vaccino, non ha certo giovato nella fiducia dei consumatori.

A tutto si aggiunge la contrazione del potere di acquisto, il tasso di disoccupazione, la diminuzione dei consumi e le sempre più gravi diseguaglianze, tutte criticità che i cittadini fanno sempre più fatica ad affrontare.

Claudio Greggio presidente dell’Associazione Consumatori Micu3000 commenta: “invochiamo provvedimenti per il rilancio e la crescita, da attuare con piani di rilancio dell’occupazione e programmi per l’innovazione, necessario inoltre ridurre le disparità sociali create anche dall’obbligo del green pass.

Di admin

Lascia un commento